Categorie
Andamento di mercato

Andamento di mercato

Il dollaro si mantiene stabile in previsione di una settimana densa di dati macroeconomici che potrebbero offrire chiarezza sull'outlook dei tassi globali, con particolare attenzione ai dati sull'inflazione degli Stati Uniti. Giovedì verrà annunciato l'indice dei prezzi per la spesa per i consumi personali (Pce), la metrica preferita dalla Federal Reserve per valutare l'inflazione, con previsioni che indicano un aumento dello 0,4% rispetto al mese precedente.

Durante la settimana, sono attesi anche dati sull'inflazione dell'Eurozona, del Giappone e dell'Australia, insieme alla decisione della Reserve Bank of New Zealand (Rbnz) sui tassi di interesse e al sondaggio sul Pmi della Cina. Al momento, l'euro si apprezza dello 0,1% a 1,0836 dollari, dopo aver registrato guadagni rispetto al dollaro in otto delle ultime nove sessioni di trading.

L'indice del dollaro è in leggero calo a 103,881. Domani è attesa la pubblicazione dei prezzi al consumo in Giappone, che dovrebbero mostrare un rallentamento dell'inflazione di base al 1,8% su base annua a gennaio, il valore più basso dal marzo 2022. Lo yen si deprezza a 150,63 rispetto al dollaro, dopo aver già perso oltre il 6% contro il dollaro statunitense quest'anno.

La sterlina guadagna lo 0,05% a 1,26770 dollari, ma perde lo 0,08% rispetto all'euro a 85,47 pence. Tra le criptovalute, l'ethereum registra un aumento del 3,4% sopra i 3.040 dollari, raggiungendo un altro massimo di due anni. L'ultimo aumento è stato del 4,3% a 3.068 dollari, mentre il bitcoin cede lo 0,06% a 50.963 dollari.

Menù principale

Collaborazioni

Link rapidi

Lavora con noi

Parla con noi

Il nostro magazine